Comune di Villa Cortese

Sito istituzionale del Comune di Villa Cortese

PARTITI I LAVORI ALLA SASIT

Area: Relazioni col pubblico - URP
Pubblicato il: 12/05/2007

"Il muro è stato abbattuto". A lavori finiti un nuovo assetto per Villa Cortese e la sua viabilità....

Dopo molte vicissitudini e dopo il piano di bonifica concordato ad aprile 2004 con l’Arpa di Parabiago, la riconversione dell’area ex Sasit più comunemente nota ai villacortesini come “ il cotonificio” è partita. Temporaneamente “al di là del muro” si avrà un’area destinata a parcheggio Per quest’area è stato presentato dalla proprietà un programma integrato di intervento che recepisce le osservazioni e le richieste dell’Amministrazione.
Si tratta dunque di mettere mano ad un’area da troppo tempo abbandonata, strategica perché offre la possibilità di unire due parti del paese ora divise da questa aerea di grandi dimensioni, e che a lavori finiti determinerà un nuovo assetto per Villa Cortese.
Parliamo di una estensione con una superficie totale di 37.056 mq ed il progetto ne prevede il riutilizzo mediante frazionamento: un’area di 15.303 ceduta al Comune con la creazione di spazi a verde e parcheggi e la formazione di un nuovo collegamento viario mentre la rimanente area centrale di mq 21.753 verrà utilizzata per ospitare un insediamento residenziale.
Nel dettaglio, si realizzerà, partendo dalla Cartoleria Rabbolini (attuale fermata autobus) fin quasi a via Marconi, di fronte al Circolo, uno spazio a parcheggio accessibile da via Giussano per complessivi mq 2.130 con alle spalle fin verso via Canova una zona a verde per complessivi mq 2.047.
In questo spazio che l’Amministrazione Alborghetti e la giunta guidata a suo tempo da Dell’Acqua è riuscita a “portare a casa” rendendolo pubblico, saranno salvaguardati due elementi che caratterizzavano il Cotonificio di Villa Cortese : la torre piccola e l’edificio del custode. Uno spazio tutto nuovo e moderno in cui rimarranno i simboli del lavoro delle donne e degli uomini del nostro paese. In adiacenza all’accesso del parcheggio è prevista la realizzazione di un tratto di pista ciclabile che dopo aver attraversato la zona a verde percorrerà tutta la zona sud dell’area collegandosi presso la nuova rotatoria al sistema di pista ciclabile previsto dall’Amministrazione Comunale.
Il piano prevede inoltre la creazione di una nuova strada a doppio scorrimento con due rotatorie che metta in comunicazione via Alberto da Giussano e via Canova creando quella sorta di unione del paese a cui sopra accennato.
Questo nuovo assetto viario è molto importante per l’impatto sull’intero piano del traffico. Infatti nella parte ovest con accesso dalla nuova strada, sarà realizzato un parcheggio di 1.133 mq mentre nella parte sud di tale area verrà creata un’altra zona a verde pubblico di mq 2.530.
La parte centrale che ospiterà l’intervento residenziale prevede un’insediamento di mc.53.097 con interventi edilizi morfologicamente differenti.
Si avranno due edifici “ a corte” con altezze variabili per un massimo di cinque piani nella porzione est del lotto e quattro edifici di 6 piani nella parte ovest. I piani fuori terra saranno rispettivamente 5 e 4 in modo da armonizzare le nuove costruzioni con le esistenti circostanti.
Nella parte centrale dell’area in corrispondenza delle vie A. da Giussano e via Canova verranno realizzati altri due parcheggi ad uso pubblico rispettivamente di 256 mq e 176 mq.
L’accesso agli edifici residenziali avverrà da via A. da Giussano tramite due passi carrai che porteranno ai box realizzati ai piani interrati.
Il perimetro della nuova area residenziale e gli attraversamenti delle nuove aree a verde saranno garantiti oltre che dalla pista ciclabile anche da un nuovo sistema di percorsi pedonabili attrezzati che andrà ad aggiungersi ed a completare gli attuali marciapiedi.
Questo in sintesi l’intervento che si farà sull’area, ma anche questa breve descrizione può bastare per darci l’idea di come il paese sarà ridisegnato con un nuovo centro ed una diversa viabilità.
Da rilevare che nella trattativa con la proprietà, l’Amministrazione uscente è riuscita a spuntare oltre alla già citata piazza anche la bella somma di 2.330.000 euro che sarà destinata alla realizzazione del nuovo plesso scolastico e la costruzione di tre rotatorie.
Le prime due, come già detto, metteranno in comunicazione via Giussano con via Canova mentre la terza sarà quella nei pressi della piazza S.Giovanni Bosco che intersecherà le vie Canova e P.Micca.
Va tenuto inoltre presente che solo per quest’ultima rotatoria, il costo stimato è attorno ai 150.000 euro che andranno a carico del costruttore.
Un progetto diverso dal preliminare che ha fatto slittare i tempi, ma era importante riflettere e mediare per fissare dei vincoli ad esempio tra aree verdi ed aree edificate e vincolare parti di edilizia privata e parti ad uso pubblico. Un progetto che salva i diritti dell’Amministrazione Comunale e gli obblighi dei privati e che nel contempo contribuisce ad abbellire il paese senza gravare sui cittadini.[pb]