Comune di Villa Cortese

Sito istituzionale del Comune di Villa Cortese

Letture totali: 22097

Area: Tributi - Finanze

Ufficio: UFFICIO TRIBUTI

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

il Decreto "Salva Italia" Decreto Legge n. 201 del 06/12/2011 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 284 del 6 dicembre 2011) prevede all'art. 13 l'anticipazione dell'IMU - Imposta Municipale Propria - dall'anno 2012, che sostituisce l'ICI.
Di seguito vengono fornite le informazioni principali riguardanti il nuovo tributo, rinviando per gli approfondimenti alla documentazione pubblicata nella presente sezione.

Sulla home-page del "PORTALE DEL CITTADINO" è presente anche un Simulatore di calcolo I.M.U. con cui si può procedere al calcolo on-line dell'imposta dovuta, inserendo tutti i dati necessari. Per collegarsi basta cliccare sul seguente indirizzo:

portaledelcittadino.comune.villacortese.mi.it


Tutti i proprietari di immobili e terreni sono soggetti al pagamento dell'imposta.

ATTENZIONE: NON ESISTE PIU' LA FACOLTA' DELL'USO GRATUITO AI PARENTI IN LINEA RETTA O COLLATERALE.
Tutti i contribuenti, che hanno usufruito di questa agevolazione fino all'anno 2011, devono quindi pagare l'IMU con l'aliquota ordinaria (8,6 per mille), senza applicazione di alcuna detrazione.

A CHI RIVOLGERSI: 

UFFICIO TRIBUTI DEL COMUNE DI VILLA CORTESE
P.ZZA DEL CARROCCIO, 15
20020 VILLA CORTESE (MI)
TEL.: 0331/43.44.36 - 43.44.77


Orari: LUNEDI' DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.30
MERCOLEDI' E VENERDI' DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 13.30
MARTEDI' E GIOVEDI' DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 18.30

COSA OCCORRE: 


Per quantificare la base imponibile IMU di fabbricati iscritti al catasto edilizio urbano o di terreni agricoli occorre far riferimento:
- per i fabbricati (iscritti in catasto): alla rendita dell'unità immobiliare risultante in catasto;
- per i terreni agricoli: al reddito dominicale risultante in catasto.
La rendita dei fabbricati iscritti in catasto per calcolare la base imponibile IMU deve essere rivalutata del 5% prima di essere utilizzata per il calcolo.
Il reddito dominicale dei terreni agricoli per il calcolo della base imponibile IMU deve essere rivalutato del 25% prima di essere utilizzato per il calcolo.
Sono poi stati introdotti dei moltiplicatori più alti rispetto a quelli in vigore per l'ICI (ad esempio per le abitazioni il "coefficiente moltiplicatore" ai fini IMU passa da 100 a 160). Quindi la rendita rivalutata dovrà essere moltiplicata per il nuovo coefficiente (rendita rivalutata X 160).
Al valore dell'immobile ai fini dell' IMU, così calcolato, saranno poi applicate le aliquote approvate dal Comune (vedi INFORMAZIONI IMU ANNO 2013).
La scadenza per il pagamento della prima rata è il 17 giugno 2013 (il 16 cade di domenica) SALVO EVENTUALE PROROGA e per il saldo il 16 dicembre 2013.
Le modalità di versamento previste dalla legge sono il modello F24 e l'apposito bollettino postale approvato dall'Agenzia delle Entrate.
I codici tributo per il versamento dell'IMU sono stati istituiti con le Risoluzioni del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 35/E del 12 aprile 2012 e n. 33/E del 21 maggio 2013. Tali provvedimenti sono disponibili tra i documenti pubblicati nella presente sezione.
AVVERTENZA: Le indicazioni fornite potrebbero essere soggette a variazione a fronte di modifiche apportate alla Legge nazionale.

Ciascun contribuente cliccando sul seguente collegamento ha inoltre la possibilità di effettuare una verifica della rendita catastale degli immobili di proprietà indicando, una volta effettuato l'accesso al sito "AGENZIA DEL TERRITORIO", il COMUNE dove sono ubicati e i relativi riferimenti catastali (foglio, mappale, subalterno):

http://www.agenziaterritorio.it/

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  MODELLO F24
  •  MODULO RIMBORSO IMU
  •  DICHIARAZIONE AFFITTI CONCORDATI - INIZIO
  •  DICHIARAZIONE AFFITTI CONCORDATI - CESSAZIONE
  •  REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)
  •  DICHIARAZIONE_IMU_EDITABILE
  •  istruzioni_dichiarazione_imu
  •  DECRETO_MODELLO_DICHIARAZIONE_IMU