Comune di Villa Cortese

Sito istituzionale del Comune di Villa Cortese

Letture totali: 6776

Area: Tributi - Finanze

Ufficio: UFFICIO TRIBUTI

Tale canone si configura come una entrata patrimoniale che grava sui soggetti concessionari che utilizzano il suolo e il sottosuolo pubblico pertinente alle strade di proprietà comunale per scopi commerciali.
Il canone non ricognitorio ha la funzione di corrispettivo, di vera e propria controprestazione per l'uso particolare del suolo pubblico e può essere determinato dall'Ente locale, con cadenza annuale (cfr. Circolare Ministero delle Finanze del 20/02/1996, n. 43).
In particolare, i commi 7 e 8 della citata circolare, prevedono il pagamento di una somma che, come affermato da costante giurisprudenza (Corte di Cassazione, sez.V., sentenze 27 ottobre 2006, n. 23244 e 31 luglio 2007, n. 16914), possa essere pretesa dall'Ente anche nel caso in cui per la stessa occupazione venga già pagata il COSAP.

A CHI RIVOLGERSI: 

Il Consiglio Comunale con propria deliberazione n. 30 del 29.10.2013 ha approvato il Regolamento per l'applicazione del Canone Concessorio non ricognitorio come prevede l'art. 27 del D.Lgs. 285/1992.
Per quanto riguarda le tipologie di occupazione cui applicare il canone in questione, inizialmente si è ritenuto opportuno individuare le sole occupazioni che producono un gettito COSAP non proporzionato rispetto al beneficio economico ritraibile dalla concessione, e quindi si è individuata una prima tipologia di occupazione in quella realizzata per l'erogazione di servizi pubblici in regime di concessione amministrativa (condutture acqua - gas - energia elettrica - linee telefoniche).
Per quanto riguarda invece la seconda tipologia di occupazione, quella relativa agli impianti pubblicitari, si deve precisare che si tratta di una tassazione già attualmente vigente, riproposta nel regolamento al fine di conferirgli maggior forza a livello normativo.
La misura tariffaria proposta nel regolamento tende a mantenere inalterato l'attuale gettito.

COSTI:
 

La misura tariffaria applicata a questa tipologia, è pari ad 1 euro/ml.

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO